Museo Egizio di Torino, un luogo affascinante che abbiamo scelto di visitare con i nostri bambini di sei e tre anni.

La scelta di frequentare con una certa regolarità mostre e musei, l’abbiamo fatta circa due anni fa; Mario aveva quattro anni, Lucio uno e le prime se l’è godute in fascia. (Una delle esperienze più entusiasmanti l’abbiamo raccontata qui)

Ogni esperienza, se debitamente scelta, studiata e organizzata a misura dei propri figli, permette alla famiglia di scoprire, crescere, apprendere, ripassare (per noi genitori) e godersi il tempo insieme.

Prima della visita al Museo

Video sull’Antico Egitto

Il primo approccio è sempre quello ai video.

Dopo averne visti un po’ abbiamo selezionato questi due:

 

Quest’ultimo l’abbiamo trovato molto ben fatto e ci ha dato la possibilità di scoprire un canale interessante.

Libri sull’Antico Egitto

Il passaggio successivo, ormai lo sapete, è andare in biblioteca a cercare libri adatti a noi 🙂

Questa volta la scelta è ricaduta su un grande libro pop-up e uno piccolino più discorsivo.

Entrambi, molto carini, non sono più disponibili.

Organizzazione visita

Abbiamo scelto di prenotare on-line sul sito del Museo. Navigando abbiamo scoperto che erano possibili diversi itinerari; abbiamo optato per il Family Tour, durata 90 minuti.

I bambini/ragazzi dai 6 ai 14 pagano solo 1,00€ (+ i 2 di eventuale prevendita). In un Paese ricco di storia e di musei come l’Italia fa piacere che un Museo dell’importanza di quello Egizio di Torino abbia fatto una scelta così oculata che avvicina i bambini e i giovani.

I bambini sotto i 6 anni non pagano (tranne i 2 euro dell’eventuale prevendita)

Prenotando i biglietti “salta coda” abbiamo speso 39,00€, un prezzo che ci riteniamo giusto in rapporto alla qualità e alla quantità delle opere presenti.
Family Tour Museo Egizio Torino

Finalmente il Museo

Sveglia presto e partenza.

Alle 10:30, puntuali, entravamo al Museo Egizio osservati dalla Dea SekhmetMuseo Egizio di Torino.

Il biglietto “salta code” non ci ha fatto saltare la coda

perché la nostra stampante non aveva stampato perfettamente il quickcode quindi il lettore non leggeva il codice; siamo dovuti andare in biglietteria a farceli ristampare, per fortuna quella dedicata ai gruppi era praticamente vuota.

Se decidete di fare come noi acquistando i biglietti on-line, verificate che la stampa del quickcode sia buona

Alla ricerca del gatto Miu

Museo Egizio di Torino

 

 

 

 

Il Family Tour è organizzato molto bene, a noi è piaciuto e Mario (sei anni) è riuscito a seguirlo tutto in autonomia.

Scopo del tour è ritrovare il gattino Miu scappato ai suoi padroncini Cody e Schiappa; ad aiutarli a cercarlo tra le sale del Museo, ci sono Kha e sua moglie Merit.

Viene consegnata anche una “mappa” del Museo così i bambini possono controllare il percorso.

Conoscere Kha e Merit

La scelta di affiancare Kha e Merit ai bambini che cercano il loro gattino è stata molto efficace secondo noi.

Nelle prime sale i bambini li sentono raccontare dell’Antico Egitto, spiegare quello che stanno osservando; così si crea un legame che poi sarà fondamentale durante la visita alla sala che contiene i sarcofagi, gli utensili, gli abiti e tutto ciò che era contenuto nelle  tombe della coppia.

La parrucca di Merit, gli abiti che indossavano (le risate che ci siamo fatte mentre Kha si lamentava che fossero esposte anche le sue mutande) raccontati dalla loro viva voce acquistano un fascino particolare e Mario era attentissimo.

 

 

Alla fine della visita i bambini erano decisamente stanchi ma molto soddisfatti (il piccolo avrebbe voluto andare via prima ma siamo riusciti a portarlo fino alla fine)

Il gatto Miu

Ma alla fine abbiamo trovato il gatto Miu?

Certo, e Mario ha deciso di portarselo anche a casa

Gatto Museo Egizio

Il post Museo Egizio

Oggi, a due giorni dalla visita, siamo stati in biblioteca a riportare i libri sull’Antico Egitto che avevamo preso sabato mattina.

Mario è andato dove sa che ci sono i “Geronimo Stilton” perché ricordava un libro sulle mummie. L’abbiamo trovato e ne abbiamo preso anche un altro per continuare a leggere degli antichi egizi.

Geronimo Stilton Antico Egitto

Terminiamo con qualche altra foto del nostro viaggio alla scoperta dell’Antico Egitto e un consiglio: visitate il Museo Egizio di Torino, è un’esperienza molto arricchente per grandi e piccini.

Museo Egizio di Torino per bambini: libri, video e family tour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *