Pronti, partenza, via!!!

Si parte convinti di doverci già fermare verso Napoli per dar da mangiare a Mario o, comunque, farlo scendere un po’ per sgranchirsi ma nostro figlio ci stupisce: si addormenta sul GRA e si fa tutta una tirata fino a Bari 😯

Nell’intento di “non svegliare il can che dorme” non ci siamo mai fermati e, praticamente, siamo arrivati verso le 3 del pomeriggio nei pressi di Bari.

A quel punto avevamo una fame di quelle che si fanno sentire; avvistato un Centro Commerciale decidiamo di fermarci senza troppa fiducia ed invece scopriamo un self-service fantastico!!! Essendo vegani abbiamo usualmente qualche problemino con il mangiare fuori ma qui abbiamo trovato pietanze squisite e pagato pochissimo. Un piatto piano stracolmo di verdure 4,99€, una pacchia :mrgreen:

Mario ha mangiato i suoi ceci (portati da casa) e poi ha voluto un po’ di frutta, ha girovagato per il Centro Commerciale sgranchendosi un po’ le gambette, un po’ di tetta (che non manca mai 🙂 ) e poi via di nuovo!!! Destinazione Residence Rosa Marina di Ostuni.

Arrivati, veniamo accolti dalla Sig.ra Pina che si conferma, anche di persona, una ottima “padrona di casa” gentile e disponibile. Ci dà la cartina del villaggio e del Resort accanto che, seppur privato, possiamo frequentare per usufruire dell’accesso alle spiagge e ai servizi (bar, alimentari, ristorante/pizzeria).

Perfetto!! Entriamo nella nostra casetta, giardinetto molto carino e appartamentino piccolo ma funzionale.

Intanto si sono fatte le 6 passate e decidiamo di andare almeno a vedere il mare, così rimontiamo in macchina per quello che dovrebbe essere un percorso di qualche minuto visto che abbiamo anche la cartina; quello che però non sappiamo è che il Resort è un vero e proprio labirinto, fatto di sensi unici e di stradine tutte uguali.

Finalmente arriviamo al mare, attraversiamo la pineta e ce lo troviamo davanti, la spiaggia è di sabbia (anche se non è bellissima) e Mario parte tutto vestito per l’acqua. 🙂

Purtroppo tira un bel vento e, dopo poco, siamo costretti ad andarcene; decidiamo di cercare il ristorante/pizzeria e, dopo averlo faticosamente trovato, abbiamo una amara sorpresa: non ci si filano per niente!!!!!! Ci fanno accomodare (non hanno neanche un seggiolone !!?!?!?!?!?!?!?) e ci lasciano lì 8-O. Loro tutti intenti ad accendere candele sui tavoli e preparare la sala e noi a guardarci con il bambino che inizia a dar cenni di insofferenza.

Dopo quasi mezz’ora ci siamo alzati e ce ne siamo andati salutando i camerieri e il proprietario che non ha battuto ciglio!!!

E’ stata l’unica volta che abbiamo incontrato persone ignoranti in tutta la vacanza, ora lo sappiamo ma, come primo impatto, non è stato dei migliori 😉

Il viaggio e il villaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *