Il progetto “Famiglie a contatto” nasce dalla volontà di creare delle piccole comunità di auto-aiuto tra famiglie che vivono la stessa realtà territoriale.
Le attività che si possono fare insieme sono le più disparate, dalle gite all’aria aperta per far vivere ai nostri bambini la natura, alle visite di mostre e musei per educarli al bello; dalla spesa comunitaria alla messa a disposizione della comunità delle nostre competenze e, per chi ne ha, di un po’ del nostro tempo.
Fondamentale è la condivisione degli intenti e il ritrovarsi per ritrovare una convivialità ormai smarrita tra le pagine di social-network e mailing-list; per carità non vogliamo demonizzare proprio noi questi mezzi ma crediamo che vadano utilizzati come strumenti e non come sostituti della realtà; oggi sempre più genitori trascorrono i fine settimana a scrivere sui Social Network condividendo foto, pensieri e racconti di vita vissuta mentre i figli giocano con le Console.
Noi vogliamo rincontrarci tra famiglie, vogliamo creare una nuova comunità che vive la realtà insieme e che, insieme, trascorre momenti di svago e gioco ma che è anche pronta a farsi carico delle momentanee difficoltà di qualcuno, che cerca e studia modi nuovi e meno competitivi per vivere in questo mondo che ci spinge alla asocialità.
Lo abbiamo chiamato “Progetto” proprio perché sarà un continuo “divenire” che si autoalimenterà con i nostri desideri e necessità.
All’interno di questo mega contenitore è già nato il Cerchio di Mamme che, speriamo, possa aiutare tante mamme e bimbi.

Il Progetto “Famiglie a contatto”

2 pensieri su “Il Progetto “Famiglie a contatto”

  • 19 febbraio 2013 alle 09:09
    Permalink

    Puoi dare indicazioni sul DOVE ? per favore? Grazie.

    Rispondi
    • 19 febbraio 2013 alle 11:39
      Permalink

      Ciao Paola, noi siamo ad Anguillara Sabazia, in provincia di Roma!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *